30° edizione del Concorso Grandi Mieli d’Italia

tregocceoro_2010

rn

(6 luglio 2010)

rn

E’ stato indetto anche per l’anno in corso il Concorso Grandi Mieli d’Italia – Tre Gocce d’Oro – Premio Giulio Piana. Il concorso, il più importante e longevo d’Italia, è giunto alla sua trentesima edizione. Ogni anno partecipano diverse centinaia di apicoltori (10.510 campioni di miele, nell’ultima edizione del 2009) da tutte le Regioni d’Italia. Il termine per la partecipazione è fissato al 31 agosto 2010.

rn

AMi su Radio Due

(22 giugno 2010)

rn

radio2

rn

Il giorno 17 giugno scorso gli Ambasciatori dei Mieli sono stati presenti su Radio Due grazie alla nostra socia Denise Du Chene De Vère che, intervistata da Barbara Palombelli nella trasmissione 28 minuti, ha parlato della sua nuova avventura come imprenditrice del miele e della sua passione per il prodotto. Denise, viene dal mondo della moda e dello spettacolo  e ha da poco iniziato un’attività di commercializzazione di miele di qualità dopo esser stata conquistata dal fascino del prodotto. Denise ha intenzione contagiare il suo ambiente di provenienza con l’entusiasmo che l’ha catturata al mondo del miele e delle api. La trasmissione è riascoltabile al sito di Radio Due.

Stefano Gallo vincitore della prima sfida nazionale tra assaggiatori

(1 giugno 2010)

rn

STEFANO GALLO MENTRE ASSAGGIA

rn

Domenica sedici maggio 2010, in occasione della manifestazione Amélamèl si è svolta una simpatica dimostrazione organizzata da Ami, la “prima sfida nazionale di esperti di analisi sensoriale dei mieli”.  Una dozzina di degustatori hanno dato una dimostrazione pubblica di assaggio con il riconoscimento olfattivo di sei mieli monoflorali ed in seguito la degustazione anche gustativa di altri sei campioni. I diversi mieli posti in assaggio sono quindi stati descritti al pubblico presente utilizzando le definizioni  del “Dizionario dei mieli nomadi”. Un solo vincitore con un percorso netto, Stefano Gallo dalla Val d’Aosta, ma pochissimi errori da parte di tutti i partecipanti che hanno ricevuto in omaggio un bel cesto di fragole del Roero.

rn

Il programma 2010 degli aggiornamenti in analisi sensoriale

(1 giugno 2010)

rn

corso csptAMi ha in programma per il 2010 un nutrito calendario di seminari di aggiornamento in analisi sensoriale del miele in diverse sedi. Tali seminari sono destinati soprattutto agli assaggiatori già formati e quindi iscritti all’Albo degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele. Per gli iscritti all’Albo la partecipazione a questi seminari è una necessità, per mantenere l’aggiornamento e l’allineamento nelle modalità di giudizio, ma anche un obbligo determinato dal regolamento dell’Albo stesso, pena l’esclusione dallo stesso dopo due anni di inattività.

rn

 

rn

 

rn

 

rn

In arrivo i mieli UNI-florali

honey1Il Gruppo di lavoro “Miele” dell’UNI (10Ente Nazionale Italiano di Unificazione) ha recentemente concluso i lavori di redazione di 5 norme tecniche di prodotto relative ai principali mieli uniflorali italiani. Le norme sono ora nella fase di inchiesta pubblica, che consente agli operatori interessati di far pervenire all’UNI eventuali integrazioni o osservazioni. Le norme sono visibili al sito dell’UNI http://catalogo.uni.com/pii/ricerca.html effettuando la ricerca per i codici o i nomi delle norme. La pubblica inchiesta scade il 21/06/2010

 

U59006080 Miele di acacia (10Robinia pseudacacia L.) – Definizione, requisiti e metodi analisi

 

U59006090 Miele di castagno (10Castanea sativa Miller) – Definizione, requisiti e metodi analisi

 

U59007480 Miele di agrumi (10Citrus spp.) – Definizione, requisiti e metodi analisi

 

U59006420 Miele di eucalipto – Definizione, requisiti e metodi di analisi

 

U59006430 Miele di melata o miele di bosco – Definizione, requisiti e metodi analisi

 

Un corso per assaggiatori a Sarzana

corso_assaggio_cspt_2009Apiliguria organizza a Sarzana, presso il Centro Culturale Ezio Ceccarelli (10‎Via Crociata, 19038 Sarzana SP), un corso di Introduzione all’analisi sensoriale del miele. Il corso si terrà in due week end consecutivi nelle giornate 8, 9, 15 e 16 maggio 2010, con orario 9 – 18. Il corso dura complessivamente 30 ore ed è prevista una piccola quota di iscrizione. Il corso è destinato principalmente agli apicoltori di Apiliguria, ma è aperto, una volta esaurite le richieste da parte degli associati, anche ad altri produttori, altri professionisti e anche consumatori. Il corso offre la formazione necessaria per saper riconoscere i pregi ed i difetti, nonché la provenienza di un miele. Per il corso è stato richiesto il riconoscimento da parte dell’Albo degli esperti in analisi sensoriale del miele e quindi consente ai partecipanti di accedere ai successivi livelli di formazione utili all’iscrizione all’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del miele gestito dal CRA-Api di Bologna. Per iscrizioni e maggiori dettagli ci si può rivolgere al Presidente di Apiliguria, Diego Ghelfi (10ghelfidiego@libero.it e 328 0751294).

Seminario di Aggiornamento in analisi sensoriale del miele a Paestum 1 maggio 2010

In occasione del Salone Internazionale della mozzarella di bufala campana DOP e della alimentazione mediterranea, organizzato dalla Regione Campania – STAPA-CEPICA di Salerno, che si terrà a nell’area archeologica di Paestum (10SA) dal 28 aprile al 2 maggio prossimi, AMi curerà un Seminario di Aggiornamento in analisi sensoriale del miele.mozzarella da www.liceodaprocida.net

Tale seminario si terrà sabato 1 maggio 2010 presso il Ristorante Nettuno, dalle ore 10 alle 15,30. Il seminario è rivolto agli iscritti all’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele e a persone formate sull’argomento, cioè, per esempio, che abbiano seguito almeno un corso di introduzione (10corso di I livello). La partecipazione al seminario è gratuita, ma, per la preparazione dei materiali didattici, è necessaria l’iscrizione entro il 28 aprile 2010 via e-mail all’indirizzo della segreteria di AMi di Castel San Pietro Terme segreteriabo@ambasciatorimieli.it

Le mappe nettarifere della Provincia di Roma sono in rete

Trifoglio incarnatoSul portale cartografico della Provincia di Roma è stata recentemente resa disponibile la Mappa delle Aree Nettarifere della Provincia di Roma, ad uso degli apicoltori interessati ad effettuare la loro attività nell’area.

Vi è rappresentata la mappatura delle aree nettarifere del territorio in questione, divisa in opportune categorie in cui vengono riportate la tipologia prevalente di uso del suolo, da cui si evince la tipologia di vegetazione e quindi di nettare disponibile per le api, e il corrispondente valore nettarifero.